Carta d'identità elettronica

Servizio attivo

Cocumento personale che attesta identità del cittadino


A chi è rivolto

Tutti i cittadini italiani possono richiedere la Carta di Identità Elettronica in qualsiasi momento e nei seguenti casi:

  • possesso di una carta di identità cartacea,
  • furto, smarrimento o deterioramento del proprio documento d’identità,
  • possesso di una Carta di Identità Elettronica di I e II generazione (emesse prima del 4 luglio 2016).

I cittadini già in possesso di una Carta di Identità Elettronica possono richiedere un nuovo documento alla scadenza prevista della carta.

Descrizione

La Carta di identità elettronica è il documento personale che attesta l’identità del cittadino e sostituisce la Carta d’Identità cartacea; E’ realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito, dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza (RF) che memorizza i dati del titolare.

La nuova CIE potrà essere utilizzata anche per chiedere un’identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di identità digitale). Tale identità, utilizzata assieme alla CIE, garantisce l’accesso ai servizi erogati dal Comune e in generale dalle Pubbliche Amministrazioni. La foto sulla CIE sarà in bianco e nero, stampata al laser, per garantire un’elevata resistenza alla contraffazione. Sul retro della carta, il Codice Fiscale sarà riportato anche sotto forma di codice a barre.

La CIE può essere valida per l’espatrio, ma solo nei paesi comunitari e in quelli aderenti a specifiche convenzioni (consultare a tal fine il sito www.viaggiaresicuri.it).

Nel caso in cui il richiedente la CIE sia genitore di minori, non coniugato con l’altro genitore, ovvero separato o divorziato, è necessario che presenti anche dichiarazione di assenso all’espatrio sottoscritta dall’altro genitore o esercente la responsabilità genitoriale, ai sensi della legge n. 1185 del 1967. In alternativa, è necessario fornire l’autorizzazione del giudice tutelare. L’assenso, ovvero l’autorizzazione del giudice, devono essere presentati anche nel caso in cui la richiesta di emissione del documento riguardi il figlio minorenne.

 

LIMITAZIONI AL RILASCIO

Non vengono rilasciate carte d'identità elettroniche per i soggetti ricoverati in strutture sanitarie e socio-sanitarie, né per i cittadini italiani residenti all'estero iscritti all'Anagrafe Italiana Residenti all'Estero-AIRE, i cui dati anagrafici non sono allineati nel sistema dell’indice nazionale delle anagrafi (INA/SAIA).

Le carte d’identità in formato cartaceo possono essere rilasciate anche nei casi di reale e documentata urgenza segnalati dal richiedente per motivi di: salute, viaggio, consultazioni elettorali e partecipazione a concorsi o a gare pubbliche.

Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi allo sportello del Comune a causa di malattia grave o altro impedimento, un suo delegato (ad es. un familiare) deve recarsi presso il Comune con il certificato del medico curante attestante l’impossibilità a presentarsi presso lo sportello. Il delegato dovrà fornire la carta di identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la sua foto e il luogo dove spedire la CIE. Effettuato il pagamento, concorderà con l’operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.

Come fare

Il rilascio della CIE avviene esclusivamente su appuntamento nei seguenti giorni e orari, contattando l’ufficio anagrafe al numero telefonico 0332 824080 o all’indirizzo di posta elettronica demografico@comune.luvinate.va.it:
Allo sportello il cittadino dovrà:

  • Richiedere il rilascio della CIE;
  • Permettere l’acquisizione di due impronte digitali (un dito della mano destra e un dito della mano sinistra) - La rilevazione delle impronte digitali è prevista per ciascun cittadino di età maggiore o uguale a 12 anni - .
  • Fornire il consenso ovvero il diniego alla donazione degli organi;
  • Firmare il modulo di riepilogo procedendo altresì alla verifica finale sui dati.

Cosa serve

Nel giorno e orario fissato con appuntamento l’interessato dovrà presentarsi munito di:

  • carta d’identità scaduta ovvero, in caso di furto o smarrimento, originale della denuncia sporta alla competente autorità che, se fatta all’estero, deve essere rifatta presso le competenti autorità italiane (Carabinieri o Questura). In questo caso è necessario produrre altro documento di identità che renda certa l’identificazione; in caso di deterioramento della carta d’identità precedente si chiederà la restituzione di quello che resta del vecchio documento;
  • codice fiscale;
  • una fototessera in formato cartaceo in possesso dei requisiti previsti dal Ministero dell’Interno (allegato 1)

Nel caso in cui il richiedente abbia figli minori:

  • se coniugato autocertificherà l’assenso all’espatrio da parte del coniuge;
  • se convivente con l’altro genitore autocertificherà l’assenso all’espatrio;
  • se non convivente anagraficamente dovrà produrre l’assenso all’espatrio per l’altro genitore (allegato 2) (l’assenso potrà essere reso anche a mezzo fax o e-mail allegando fotocopia avanti e retro della Carta d’Identità).
  • se è separato o divorziato, è sufficiente copia della sentenza da cui risulti esplicitato il reciproco assenso all’espatrio.

L’assenso non è necessario se il richiedente è vedovo o è titolare esclusivo di potestà sul figlio.
Per il richiedente cittadino straniero la carta di identità elettronica non sarà valida all’espatrio e necessiteranno, oltre alla fotografia:

  • carta d’identità precedente (in caso di rinnovo);
  • documento d’identità in corso di validità (passaporto);
  • permesso di soggiorno o carta di soggiorno, in corso di validità.

Cosa si ottiene

Carta di Idenità Elettronica


 

Tempi e scadenze

Il rilascio della CIE avviene esclusivamente su appuntamento nei seguenti giorni e orari, contattando l’ufficio anagrafe al numero telefonico 0332 824080 o all’indirizzo di posta elettronica demografico@comune.luvinate.va.it:
MARTEDI POMERIGGIO – dalle ore 15.00 alle ore 16.00
GIOVEDI MATTINA – dalle ore 09.00 alle ore 11.00
SABATO – dalle ore 08.00 alle ore 09.00 dalle ore 12.00 alle ore 13.00
 
L’operazione di sportello richiederà mediamente circa venti/trenta minuti.

La Carta d’Identità Elettronica verrà spedita presso il Comune, entro 5 giorni lavorativi dalla richiesta dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato.

La sua durata varia secondo le fasce d’età di appartenenza, e precisamente:

  • anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni per i maggiorenni.

Il cambio di residenza o dell’indirizzo non comportano la sostituzione e/o l’aggiornamento della carta di identità che continuerà ad essere valida fino alla naturale scadenza (Circ. Min. Interno n. 24 del 31.12.1992).

Chi è già in possesso della Carta d’Identità cartacea non dovrà richiedere la CIE, in quanto la stessa manterrà la propria valida.

Modalità di consegna
Normalmente entro sei giorni lavorativi dalla data della richiesta, il documento verrà spedito tramite posta:

  • a casa del richiedente (al momento della richiesta è possibile indicare all’operatore comunale il nome e il cognome di eventuale delegato al ritiro)
  • a un indirizzo diverso indicato al momento della richiesta.

E’ possibile ricevere via e-mail l’avviso di spedizione del documento, fornendo un indirizzo di posta elettronica.
Nel caso di spedizione all’indirizzo di residenza indicato dal cittadino, trattandosi di una raccomandata con consegna “mani proprie” è necessario osservare le seguenti raccomandazioni:

  • all’atto della richiesta della C.I.E. è necessario fornire un indirizzo completo che contenga le informazioni relative a via, numero civico, CAP, città, provincia. Se disponibili, vanno indicati anche scala e interno. E’ possibile specificare un delegato al ritiro fornendone il nome e cognome. Solo se specificato, quest’ultimo potrà ritirare la C.I.E. al posto del titolare. Per i minori di 14 anni è obbligatorio indicare un delegato al ritiro.
  • All’indirizzo indicato deve essere presente un campanello o un citofono recante il nome del destinatario o della persona da lui delegata al ritiro (ed indicata all’atto della richiesta) e una cassetta delle lettere nella quale inserire l’eventuale avviso di giacenza in caso di assenza del destinatario o delegato.

Chi preferisce, potrà ritirare la Carta d’Identità Elettronica direttamente in Comune oppure delegare una persona che lo faccia al suo posto. La scelta del ritiro presso la sede Comunale e l’identità della persona delegata sono da indicare agli operatori comunali al momento della richiesta. Per il ritiro è necessario esibire all’operatore comunale il modulo di ricevuta riportante i dati e il numero della carta.

Monitoraggio della spedizione
Sul sito del Ministero dell’Interno è disponibile il servizio di monitoraggio della spedizione. Dopo la registrazione al sito è possibile monitorare lo stato di lavorazione della carta d’identità elettronica selezionando il pulsante “Cerca carta” ed inserendo il codice fiscale ed il numero della CIE.

Quanto costa

Il costo della CIE è di € 22,21 pagabili in contanti o con bancomat direttamente allo sportello dell’ufficio anagrafe.

Accedi al servizio

Per procedere è sufficiente prenotare appuntamento presso l'ufficio Servizi Demografici e recarsi allo sportello con la documentazione necessaria come indicato.

Prenota un appuntamento e presentati presso gli uffici.

Ulteriori informazioni

Casi particolari
Sarà possibile il rilascio della carta di identità cartacea solamente in casi residuali e più precisamente:

  • per cittadini iscritti A.I.R.E (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero);
  • per impossibilità di rilascio della carta di identità elettronica a causa di mancato allineamento con altre banche dati nazionali;
  • per il rilascio a domicilio a coloro che sono impossibilitati a recarsi presso gli uffici comunali.

Le regole, nel caso di rilascio della carta di identità cartacea, sono le medesime del rilascio della carta di identità elettronica, ma saranno necessarie due foto tessera a colori (con le caratteristiche previste dal Ministero dell’Interno).
In questo caso il costo della carta di identità cartacea è di € 6,50

Carta di Identità per minori di anni 18
Anche per i minori di 18 anni viene rilasciato il documento di identità valido all’espatrio in formato elettronico e solo in casi di impossibilità in formato cartaceo.
Fino al compimento dei 14 anni di età del minore, sul retro del documento sono indicati i nomi dei genitori.
Per il minore che viaggia in Italia accompagnato da persona diversa dai genitori (nonni, zii ecc.), che utilizza mezzi di trasporto (aereo, treno, ecc.) è consigliabile munirsi di apposito atto di affidamento minori (allegato3).
Nel caso in cui il minore di anni 14 debba espatriare accompagnato da persona diversa dal genitore è necessario compilare una dichiarazione (allegato 4) da presentare alla Questura per il rilascio dell’autorizzazione unitamente alla copia delle carte di identità in corso di validità dei genitori, del minore e degli accompagnatori.
Per il rilascio della CIE il minore dovrà sempre essere presente e dai 12 anni dovrà firmare il documento e verrà rilevata l’impronta digitale.
Il rilascio è possibile sia per cittadini italiani che stranieri.
Nel caso di rilascio a cittadini stranieri la carta d’identità verrà rilasciata non valida all’espatrio.

Validità
Per i minori di età inferiore ai 3 anni, la validità della carta d’identità è di 3 anni.
Per i minori di età inferiore ai 18 anni, la validità della carta d’identità è di 5 anni.
La carta d’identità avrà validità fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento.

Documenti da presentare al momento del rilascio
Al fine del rilascio della CIE ai minori è obbligatorio l’assenso all’espatrio dichiarato da entrambi i genitori.
Se uno dei genitori non fosse presente all’atto della richiesta la dichiarazione di assenso (allegato 5) può pervenire, anche a mezzo fax, allegando alla stessa fotocopia carta identità del firmatario in corso di validità.
In mancanza dell’assenso di uno dei genitori è necessaria l’autorizzazione del Giudice Tutelare.
L’autorizzazione non è necessaria nel caso di genitore vedovo o unico esercente la potestà, in questo caso va prodotta idonea documentazione.
Nel giorno e orario dell’appuntamento il minore, accompagnato da almeno un genitore (o da chi ne fa le veci) deve presentarsi munito di:

  • n. 1 fototessera cartacea con i requisiti previsti dal Ministero dell’Interno (allegato 1);
  • in caso di rinnovo: documento scaduto, ovvero, in caso di furto o smarrimento, portare in visione l’originale della denuncia sporta alla competente autorità (Carabinieri o Questura);
  • in caso di rilascio a cittadino straniero è necessario presentare il documento di identità rilasciato dal suo stato e il permesso di soggiorno o ricevute comprovanti la richiesta del permesso di soggiorno o attestato regolarità.

Condizioni di servizio

È l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato a personalizzare, stampare e spedire al cittadino la Carta di Identità Elettronica.

All’atto di presentazione della richiesta al Comune, i cittadini residenti in Italia possono scegliere una tra le diverse modalità di consegna del documento, ovvero:

  1. presso l’indirizzo di residenza;
  2. presso un indirizzo di sua preferenza;
  3. presso il proprio Comune.

Spedizione all'indirizzo di residenza o ad un altro indirizzo di preferenza

La spedizione della CIE all’indirizzo di residenza o ad un altro indirizzo indicato dal cittadino avviene attraverso una raccomandata con consegna “mani proprie”.

È quindi necessario:

PER I CITTADINI

  • all’atto della richiesta della CIE fornire un indirizzo completo che contenga almeno le informazioni di via, civico, CAP, città, provincia. Se disponibili, indicare anche scala e interno;
  • all’atto della richiesta, se necessario, specificare un delegato al ritiro fornendone il nome e il cognome. Soltanto così quest’ultimo potrà ritirare la CIE al posto del titolare;
  • per i minori di 14 anni (o persona non abilitata al ritiro del plico) indicare un delegato al ritiro;
  • all’indirizzo indicato deve essere presente un campanello o un citofono con il nome del destinatario o della persona delegata al ritiro (ed indicata all’atto della richiesta) e una cassetta delle lettere nella quale inserire l’eventuale avviso di giacenza (mod.26) in caso di assenza del destinatario o delegato.

PER I COMUNI

  • all’atto della richiesta della CIE informare il cittadino che il nuovo documento potrà essere consegnato esclusivamente al richiedente o a un suo delegato;
  • all’atto della richiesta della CIE verificare il possesso da parte del cittadino di un ulteriore documento che ne attesti l’identità. In caso di non possesso richiedere obbligatoriamente l’indicazione un delegato al ritiro o di propendere per una consegna al Comune al fine di evitare i tempi di giacenza presso gli uffici postali come sotto descritto.

Il portalettere, recatosi presso l’indirizzo indicato, cercherà il nome del destinatario della spedizione o del delegato indicato sulla busta. Chiamerà il titolare o il delegato (citofono o altro) e procederà alla sua identificazione, mediante un documento. Successivamente all’identificazione, la busta verrà consegnata, richiedendo l’apposizione della firma autografa sulla ricevuta di consegna.

Se il destinatario non è presente, il portalettere compilerà un avviso di fallita consegna e lo lascerà nella cassetta delle lettere. Sull’avviso il cittadino può trovare il numero della raccomandata e il numero di telefono da contattare per concordare un secondo tentativo di consegna. Si può chiedere di avere un secondo tentativo entro cinque giorni lavorativi dalla data presente sull’avviso. Oltre quella data la Carta di Identità Elettronica verrà recapitata all’ufficio postale più vicino dove resterà in giacenza per trenta giorni solari.

Durante questi trenta giorni il cittadino potrà andare a ritirare la Carta di Identità Elettronica all’ufficio postale. Dovrà portare con sè un documento d’identità in corso di validità per il riconoscimento. Se ha solo un documento di identità scaduto può presentarlo per il riconoscimento, dichiarando in calce a una fotocopia del documento che i dati contenuti non sono cambiati dalla data del rilascio.

Il cittadino privo di un documento di riconoscimento, anche scaduto, dovrà attendere invece che trascorra il periodo di giacenza, dopodiché la carta verrà spedita presso la sede di rilascio, dove il cittadino potrà recarsi per il ritiro. In questo caso si suggerisce di scegliere la spedizione presso il Comune al momento della richiesta.

Nel caso in cui il cittadino risulti sconosciuto, irreperibile, deceduto, trasferito oppure rifiuti la consegna presso l’indirizzo indicato o l’indirizzo specificato risulti non corretto (inesatto, inesistente, insufficiente), la CIE verrà spedita presso la sede di rilascio, dove il cittadino potrà recarsi per il suo ritiro. 

Ritiro presso il Comune

  • Il cittadino che ha scelto il ritiro della CIE presso il Comune, può andare a ritirare il documento direttamente all’ufficio comunale trascorsi i sei giorni lavorativi dalla data della richiesta, così come previsto dall’art. 6 del decreto 23 dicembre 2015;
  • È necessario mostrare all’operatore comunale il modulo di ricevuta che riporta i dati e il numero della carta. È possibile il ritiro della CIE presso una sede del Comune diversa da quella dove è stata presentata la richiesta, se sono d’accordo i due Comuni interessati e se c’è il nulla osta da parte del Comune presso cui il cittadino ha fatto richiesta;
  • Non è invece possibile il ritiro presso un altro Comune diverso da quello di richiesta che non ha ancora attivo il servizio di emissione della CIE

Monitoraggio della spedizione

Gli addetti dei Comuni possono monitorare lo stato della spedizione attraverso la piattaforma CIEOnline (funzionalità “Gestione richieste”) oppure rivolgendosi all’assistenza CIE.

Per i cittadini è possibile verificare lo stato delle singole spedizioni collegandosi al servizio di tracciabilità sul sito https://www.poste.it/

Contatti

Ufficio Demografico

Via San Vito, 3 - 21020 - Luvinate (Va)

0332/824130 interno 2

demografico@comune.luvinate.va.it

protocollo@pec.comune.luvinate.va.it

Allegati

Tipo: modulo    Formato: pdf

Ultimo aggiornamento: 23-05-2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri