La situazione epidemiologica in atto è caratterizzata da un’epidemia di infezioni a trasmissione aerea ancora in fase di forte crescita; si rende quindi necessario promuovere ogni azione utile volta a prevenire il contenimento del contagio. In particolare, i cittadini over 65 sono i soggetti più esposti: per questo le autorità sanitarie nazionali e regionali stanno indicando alcuni suggerimenti operativi da rispettare, per la tutela e la salute di tutti.

1) USCIRE IL MENO POSSIBILE: dai 75 anni in su o dai 65 se si hanno altre patologie, sia per la vulnerabilità connessa all’età o ad altre patologie sia perchè i dati epidemiologici hanno rilevato che è la fascia di età più colpita.
2) CHI HA LA FEBBRE, A CASA: anche chi dovesse avere una banale influenza, accusando qualche linea di febbre, senza essere mai stato nelle zone rosse e senza essere entrati in contatto con possibili positivi, è invitato a rimanere a casa.
3) STARNUTI E TOSSE NEL FAZZOLETTO: chi starnutisce o tossisce utilizzi sempre un fazzoletto di carta da buttare immediatamente in un contenitore chiuso o, se ne è sprovvisto, utilizzi la piega del gomito
4) DISTANZA DI SICUREZZA: è fondamentale osservarla per mettersi al riparo dalle goccioline con le quali si propaga il coronavirus. Gli scienziati raccomandano a tutti, soprattutto negli ambienti chiusi, di mantenere la distanza.
5) NIENTE SALUTI AFFETTUOSI: evitare baci, abbracci e strette di mano, i gesti della consuetudine quotidiana con cui ci si saluta e che possono contribuire in maniera considerevole a far correre il contagio

++ Avvio progetto “Custode Sociale” ++
Si tratta di misure che possono incidere sulla propria quotidianità, ma che sono ritenute necessarie per non ulteriormente aggravare una situazione che già si sta rilevando complessa. Per questo l’Amministrazione è pronta a sostenere eventuali bisogni particolari (spesa, medicinali….), con il supporto dell’Albo dei Volontari, ove non fossero presenti reti sociali a supporto della persona (famiglia, vicini, parenti…). Invitiamo pertanto chi interessato a contattare il Comune ( 0332.824130) o a telefonare al numero h24 della Protezione Civile (335.6908424) in modo che si possa approfondire ogni segnalazione.