Regione Lombardia ha stabilito di erogare nuove risorse e riprogrammare quelle residue da destinare al mantenimento dell’alloggio in locazione anche in relazione all’emergenza sanitaria Covid-19.

L’obiettivo della misura consiste nel sostenere nuclei familiari in locazione sul libero mercato o in alloggi in godimento, o in alloggi definiti Servizi Abitativi Sociali in situazione di disagio economico, o in condizione di particolare vulnerabilità.

La misura prevede l’erogazione di un contributo al proprietario per sostenere il pagamento di canoni di locazione non versati o ancora da versare, l’importo massimo erogabile è pari a €1.500,00 ad alloggio/contratto.

Destinatari: nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:

– non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione;

– non essere proprietari di alloggio adeguato in Regione Lombardia;

– avere un ISEE massimo fino a € 26.000,00

– essere residenti in un alloggio in locazione da almeno un anno, a partire dalla data del presente provvedimento.

Costituisce criterio preferenziale per la concessione del contributo il verificarsi di una o più condizioni collegate alla crisi dell’emergenza sanitaria 2020, qui riportate a titolo esemplificativo e non esaustivo:

– perdita del posto di lavoro;

– consistente riduzione dell’orario di lavoro;

-mancato rinnovo di contratti a termine;

– cessazione di attività libero-professionali;

– malattia grave, decesso di un componente del nucleo familiare.

Il contributo è compatibile con il reddito o la pensione di cittadinanza. Si precisa che questa misura è incompatibile con eventuali contributi erogati nel corso del 2020 per le stesse finalità.

La domanda dovrà essere presentata utilizzando la modulistica appositamente predisposta che sarà reperibile sul sito web del Comune di Varese all’indirizzo www.comune.varese.it;

La domanda dovrà essere inviata all’Ufficio Alloggi del Comune di Varese a partire dal giorno 13/05/2020 al seguente indirizzo mail: alloggi@comune.varese.it e verranno accolte e valutate in ordine cronologico di presentazione e fino ad esaurimento delle risorse e comunque non oltre il 31/12/2020.

Documentazione da allegare alla domanda:

– copia del documento di identità, in corso di validità di inquilino e proprietario;

– copia del permesso o carta di soggiorno rilasciati ed in corso di validità;

– copia dell’ISEE senza difformità e in corso di validità;

– copia del contratto di affitto registrato e di eventuali proroghe;

– copia del codice IBAN del proprietario di casa stampato e in uso;

– documentazione che attesti la riduzione del reddito ( licenziamento, decesso o malattia grave di un componente del nucleo che abbia comportato una riduzione del reddito, mancato rinnovo di contratto a termine, riduzione orario di lavoro, cessazione anche momentanea di attività professionale o di impresa, accordi aziendali e sindacali che hanno portato ad una riduzione significativa dell’orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria, straordinaria o in deroga).

Qualora il richiedente non fosse in possesso dell’attestazione ISEE al momento della presentazione della domanda, si precisa che l’istanza verrà comunque accolta con la possibilità di provvedere all’integrazione del requisito entro 30 giorni dalla data di presentazione dell’istanza.

Avviso DGR 2974-20 e 3008-2020 prot

PROPRIETARIO_domanda compilabile

INQUILINO_domanda compilabile